La perdita di peso, il tasso di perdita di peso e i modelli di perdita di peso variano da persona a persona e possono anche variare nella stessa persona rispetto ai precedenti tentativi di perdita di peso. Molte persone sperimentano una perdita di peso costante per un lungo periodo di tempo seguito da periodi di stabilità del peso e potrebbe non essere un vero e proprio plateau di perdita di peso in cui la perdita di chili ristagna.

Oggi tratteremo questo plateau di perdita di peso e speriamo di chiarire molte delle tue domande e dubbi al riguardo.

La prima volta che qualcuno inizia una dieta chetogenica, c’è spesso una drammatica perdita di peso. La maggior parte delle volte si tratta di acqua perché il corpo espelle il fluido associato alle riserve di carboidrati. Ma dopo, è probabile che la perdita di peso sia più lenta se inizi effettivamente a perdere grasso. Tuttavia, cosa fare se la perdita di peso non avviene rapidamente come vorresti o non avviene affatto?

Un plateau per la perdita di peso della dieta cheto può essere frustrante, ma non è un motivo per scoraggiarsi o arrendersi. Ci sono alcuni modi rapidi per rompere un plateau e toglierlo di nuovo in pochissimo tempo.

Prenditi cura di te stesso!

Quando si tratta di una sana perdita di peso, ci sono altri fattori da considerare oltre alla dieta:

Sei troppo stressato

Lo stress è comune nel nostro mondo moderno, ma non dobbiamo lasciare che ci controlli. Quando i livelli di stress sono alti, il nostro corpo risponde producendo l’ormone cortisolo, che può aumentare l’accumulo di grasso e rendere più difficile perdere peso.

Cerca di incorporare più tecniche mente/corpo nella tua vita che ti aiutino a far fronte allo stress o all’ansia, come meditare ogni giorno, non lavorare durante il fine settimana o, se puoi, prenderti qualche giorno di pausa per allenarti regolarmente e non vedo l’ora di ogni settimana di nuovo.

Non dormi abbastanza

Il peso può fermarsi se non dormiamo abbastanza. Le interruzioni regolari del sonno che influenzano il nostro ritmo circadiano possono anche influire sulla salute e sulla perdita di peso. Inoltre, la mancanza di sonno aumenta il desiderio di molte persone perché i nostri corpi cercano fonti di energia aggiuntive quando non dormiamo abbastanza.

Problemi alle ghiandole surrenali o alla tiroide

Se hai provato tutto il resto e sembra che regga ancora il tuo peso, parlane con il tuo medico. È possibile che tu abbia a che fare con condizioni come problemi alla tiroide o alle ghiandole surrenali. Andare al cuore del problema può non solo aiutarti a raggiungere il peso che desideri, ma anche migliorare la tua salute generale.

Sono davvero bloccato su un altopiano dimagrante?

Il tuo peso fluttua fino a diversi chili di giorno in giorno a causa delle normali fluttuazioni dell’acqua corporea. Quindi, se guardi il peso da un giorno all’altro o anche da una settimana all’altra, non riflette esattamente la perdita di peso. Le influenze dietetiche sono solo alcune delle cose che possono influenzare il numero sulla bilancia, che si tratti di un vero cambiamento di peso o solo di normali fluttuazioni quotidiane.

Ormoni, farmaci, esercizio fisico e cambiamenti nella composizione corporea hanno tutti un effetto aggiuntivo sul peso. Prima di ulteriori indagini, è importante valutare se quello che stai vivendo è un vero plateau o se le fluttuazioni giornaliere sono più costanti, il che significa che stai perdendo peso, forse solo più lentamente di quanto vorresti.

    Segui questi passaggi per determinare se sei effettivamente bloccato su un plateau di perdita di peso o meno:

  • Considera se questo “altopiano” segue un periodo di significativa perdita di peso. Dopo un periodo di significativa perdita di peso, hai mantenuto lo stesso peso per meno di 3 mesi? Se la risposta è sì, potrebbe non essere un vero e proprio plateau di perdita di peso e potrebbe essere parte del normale processo di perdita di peso. La perdita di peso potrebbe aumentare di nuovo a breve. Potrebbe essere solo il tuo nuovo peso stabile per un periodo di tempo prima che la perdita di peso continui.
  • Non lasciare che la bilancia sia la tua unica misura del progresso. È possibile che la tua composizione corporea cambi mentre la bilancia non mostra alcun cambiamento. Nota come si adattano i vestiti e misura il tuo girovita.

Se hai scoperto che si tratta di un plateau di perdita di peso, e ora? Identifica la/e fonte/i per rompere un plateau di perdita di peso.

Troppi carboidrati

Una regola generale è iniziare la dieta chetogenica con 30 grammi di carboidrati al giorno e poi regolare da lì. Potrebbe essere sufficiente ridurre il limite giornaliero di carboidrati. Se pensi di averlo già fatto ma non funziona, assicurati di evitare i carboidrati nascosti.

Puoi anche cercare di evitare gli spuntini, soprattutto dopo cena, poiché possono portare a calorie in eccesso durante la giornata.

Troppo grasso

L’assunzione di grassi nella dieta può impedire al corpo di utilizzare il proprio grasso corporeo per produrre energia, causando lo stallo della perdita di peso. L’obiettivo è aggiungere abbastanza grassi (burro, olio, panna, ecc.) alle fonti proteiche e vegetali durante i pasti per assicurarti di non avere fame tra un pasto e l’altro.

Potresti ingerire troppi grassi perché stai cercando di aumentare i livelli di chetoni. Ma attenzione, fonti di grassi come l’olio di cocco potrebbero contenere non solo troppe calorie, ma anche trigliceridi a catena media (MCT). Questi non possono essere immagazzinati nel grasso corporeo, il che significa che tutto ciò che viene consumato deve essere bruciato immediatamente per produrre energia. Quindi, se consumi queste fonti in aggiunta all’assunzione di grassi nella dieta per la sazietà, quel tipo di grasso ha la precedenza. Spesso si cade nella trappola di aggiungere olio di cocco o olio MCT come integratore alimentare e si finisce per aggiungere calorie extra. Sì, può aumentare i tuoi chetoni, ma nel complesso possono influenzare la tua perdita di peso.

    Le soluzioni:

  • Considera di ridurre la quantità di grasso aggiunto per testarne l’effetto sul peso. Nota se noti cambiamenti nella fame durante l’esperimento. Se hai fame, hai ridotto un po’ troppo l’assunzione di grassi. Se la tua fame rimane invariata, hai trovato la giusta quantità o puoi provare a ridurre ulteriormente l’assunzione di grassi.
  • Valuta quanto grasso aggiungi ai pasti e alle bevande. Conta anche la panna che aggiungi al/i caffè!
  • Pensaci due volte prima di aggiungere altro olio di cocco o un olio MCT alla tua routine quotidiana.

Non conosci i tuoi livelli di chetoni

Questo è molto importante quando si cerca di perdere peso con la dieta chetogenica. Non puoi semplicemente regolare la quantità di carboidrati o proteine ​​e aspettare e vedere se “esce”. Per sapere se hai successo con la cheto, devi controllare ogni tanto se sei ancora in chetosi. Ti invitiamo a dare un’occhiata all’articolo della scorsa settimana su questo.

Stai mangiando troppe noci

Sì, le noci possono far parte della dieta chetogenica, ma dobbiamo stare attenti a quanto ne mangiamo. Non solo sono ricchi di calorie, ma i livelli di carboidrati possono buttarci fuori dalla chetosi.

Se ti piace mangiare le noci, attieniti a tipi di frutta a guscio più grassi e meno carboidrati come noci pecan, noci del Brasile e noci di macadamia.

Non mangi cibi integrali veri

Solo perché qualcosa è ricco di grassi o povero di carboidrati non significa che sia buono. Tratta cibi confezionati e ricette di snack per quello che sono: il trattamento occasionale. Troppi di questi possono prevenire la chetosi e portare a calorie extra.

Se lo stai già facendo e ancora non stai perdendo peso extra, prova a saltare del tutto le prelibatezze e concentrati sul mangiare cibi puliti e integrali.

Non comporti il ​​digiuno

Il digiuno, in particolare il digiuno intermittente, può essere molto utile per la perdita di peso nella dieta chetogenica. Includere periodi di digiuno ti aiuterà a controllare l’apporto calorico totale al giorno, aumentare il metabolismo e dare al corpo una pausa dalla digestione. Questo può aiutare ad accelerare la perdita di peso o rompere un plateau di perdita di peso.

alcol

Per alcuni, solo un drink o due possono influenzare la perdita di peso. Oltre ad aggiungere solo calorie, l’alcol interrompe la digestione e l’uso di altri nutrienti, inclusi i grassi. Se raggiungi un plateau di peso e ti piace bere alcolici, dovresti valutare il consumo di alcol. Prendi in considerazione il tipo e la quantità di alcol che consumi. I carboidrati e le calorie possono sommarsi rapidamente, per non parlare del fatto che a volte tendiamo a fare spuntini mentre beviamo, affamati o meno!

    Le soluzioni:

  • Tieni traccia del tipo di alcol che stai bevendo e del volume di alcol per una settimana per identificare i modelli, comprese le voglie, che potresti provare mentre bevi.
  • Se scegli l’alcol, assicurati di bere alcolici a basso contenuto di carboidrati, come vini secchi o cocktail fortificati con ingredienti senza zucchero.
  • Considera di riservare determinati giorni della settimana al consumo di alcol per limitare la quantità totale consumata.
  • Per il momento, rinunciaci del tutto.

Conclusione

Come puoi vedere, molti fattori possono influenzare la perdita di peso e aumentare la frustrazione di un plateau di perdita di peso. Il modo migliore per iniziare è pulirsi nel miglior modo possibile, fare abbastanza esercizio fisico e mangiare cibi integrali, sani, a basso contenuto di carboidrati e chetogenici. Non aver paura di provare cose diverse e sii anche paziente. I grandi cambiamenti non avvengono dall’oggi al domani!