Andare a basso contenuto di carboidrati è più facile che mai grazie ai dessert cheto, alle nuove opzioni da asporto e all’alcol cheto. Che tu stia uscendo per l’happy hour con gli amici o semplicemente bevendo un drink a cena, ci sono innumerevoli opzioni di alcol cheto tra cui scegliere

Tuttavia, ci sono alcune cose che devi sapere prima di chiedere il menu dei cocktail. In questo post, tratteremo le migliori e peggiori opzioni di alcol cheto e, naturalmente, ti lasceremo alcune ricette facili da fare a casa.

Prima di iniziare, togliamo di mezzo la scienza. Più capisci la chetosi, più facile sarà prendere decisioni intelligenti.

Cheto e alcol: la scienza

L’alcol cheto, come superalcolici e alcolici come rum e vodka, non ti toglierà dalla chetosi, ma può influire sulla chetosi e sulla combustione dei grassi.

Il fegato utilizza l’energia del grasso per produrre chetoni, ma in presenza di una tossina come l’alcol, il fegato deve entrare in modalità disintossicante. Passerà all’uso dell’alcol come energia nel tentativo di continuare a produrre chetoni e liberare il tuo corpo dalla sostanza tossica. Ciò significa che sarai ancora in uno stato di chetosi, ma non brucerai più grassi come carburante.

.tcb-flex-col{padding-left:13px;}[data-css=”tve-u-66001f187a4168″]{larghezza massima: 37,6%;}[data-css=”tve-u-76001f187a4169″]{width:272px;margin:-40px 0px -70px !important;padding-left:0px !important;}[data-css=”tve-u-146001f187a4173″] .tcb-button-link{letter-spacing:2px;background-image:linear-gradient(var(–tcb-local-color-62516,rgb(19,114,211)),var(–tcb-local-color-62516 ,rgb(19,114,211)));–tve-applied-background-image:linear-gradient(var$(–tcb-local-color-62516,rgb(19,114,211)),var$(–tcb-local- color-62516,rgb(19,114,211)));dimensione-sfondo:auto;attaccamento-sfondo:scorrimento;raggio-bordo:5px;overflow:nascosto;padding:14px 22px;posizione-sfondo:50% 50%;ripetizione sfondo :no-repeat;background-color:var(–tcb-color-9)!important;–tve-applied-background-color:var$(–tcb-color-9)!important;}[data-css=”tve-u-146001f187a4173″] .tcb-button-link span{color:rgb(255,255,255);–tcb-applied-color:#fff;}[data-css=”tve-u-146001f187a4173″]{–tve-alignment:center;margin-bottom:0px !important;margin-top:5px !important;–tcb-local-color-62516:var(–tcb-color-9)!important;min- larghezza:100% !importante;}:non(#tve) [data-css=”tve-u-16001f187a4163″]: passa il mouse [data-css=”tve-u-36001f187a4165″]{–tve-color:var(–tcb-color-9)!important;–tve-applied—tve-color:var$(–tcb-color-9)!important;}:not( #tv) [data-css=”tve-u-136001f187a4172″]{font-size:12px !important;}:not(#tve) [data-css=”tve-u-146001f187a4173″] .tcb-button-link{line-height:1.2em;font-size:24px;}}@media (max-width:1023px){[data-css=”tve-u-16001f187a4163″]{padding-right:15px !important;padding-left:15px !important;margin-top:0px !important;}[data-css=”tve-u-06001f187a415e”]{padding-left:10px !important;padding-right:10px !important;}[data-css=”tve-u-116001f187a4170″]{larghezza massima:675px;}[data-css=”tve-u-106001f187a416f”]{margin-left:-18px !important;}}@media (max-width:767px){[data-css=”tve-u-16001f187a4163″]{padding-left:20px !important;padding-right:20px !important;margin-top:0px !important;}[data-css=”tve-u-06001f187a415e”]{margin-top:0px !important;margin-bottom:0px !important;}[data-css=”tve-u-56001f187a4167″]{flessibile:nowrap !importante;}[data-css=”tve-u-116001f187a4170″]{larghezza massima:233px;}[data-css=”tve-u-106001f187a416f”]{margin-left:8px !important;}:not(#tve) [data-css=”tve-u-146001f187a4173″] .tcb-button-link{line-height:1.2em;font-size:24px;}[data-css=”tve-u-146001f187a4173″] .tcb-button-link{padding:15px !important;}[data-css=”tve-u-146001f187a4173″]{–tve-alignment:center;min-width:100% !important;}[data-css=”tve-u-76001f187a4169″]{width:111px;margin-top:0px !important;margin-bottom:0px !important;}[data-css=”tve-u-86001f187a416a”]{margin-left:0px;margin-top:0px;width:100% !important;max-width:none !important;}[data-css=”tve-u-66001f187a4168″]{larghezza massima: 40,2%;}[data-css=”tve-u-96001f187a416e”]{larghezza massima: 59,8%;}[data-css=”tve-u-76001f187a4169″] .tve_image_frame{altezza:100%;}:non(#tve) [data-css=”tve-u-156001f187a4174″]{font-size:16px !important;}:not(#tve) [data-css=”tve-u-126001f187a4171″]{font-size:15px !important;}}]]>

STAMPABILE GRATUITAMENTE: Lista degli alimenti Keto

Unisciti ad altri 150.000 per ottenere una lista di alimenti cheto GRATUITA e nuove ricette ogni settimana!

È importante notare che anche l’alcol non è privo di calorie. Un grammo di alcol contiene sette calorie, quindi valuta tutti i pro e i contro prima di andare avanti.

Tolleranza all’alcool cheto

Quando esci per pizza e birra con i tuoi amici, i carboidrati della pizza assorbono effettivamente parte dell’alcol nel flusso sanguigno, provocando un ronzio più lento. Con una dieta cheto, non ci sarà tanto glucosio nel flusso sanguigno, il che significa che l’alcol va direttamente al fegato per essere processato, provocando un’intossicazione molto più rapida.

È comune avere una tolleranza inferiore all’alcol con una dieta chetogenica e molte persone scoprono di aver bisogno di limitare l’assunzione di alcol o di prendere le cose con calma.

Postumi di una sbornia da Keto Alcohol

Se pensi che i postumi di una sbornia siano peggio su cheto, hai ragione. Sia la dieta chetogenica che l’alcol hanno un effetto diuretico sul corpo, il che significa che fanno sì che il corpo elimini tutta l’acqua immagazzinata. Ciao, disidratazione.

Come cheto-dieta, conosci l’importanza degli elettroliti per cose come la nebbia del cervello, l’energia e i crampi muscolari, ma aiuteranno anche con i postumi di una sbornia. Ti consigliamo di integrare con alcuni elettroliti prima e dopo aver bevuto alcolici per assicurarti di rimanere idratato.

Se sei ancora preoccupato per i postumi di una sbornia e stai cercando di ridurre al minimo gli effetti collaterali, consuma alcuni carboidrati in più prima di bere. I carboidrati extra ostacoleranno la chetosi, ma è un compromesso che potresti scegliere di fare.

Opzioni di cheto alcol

I seguenti alcolici sono a zero carboidrati, il che li rende buone opzioni per la dieta cheto. Ricorda solo che non sono a zero calorie e, se li stai mescolando, assicurati di scegliere opzioni senza zucchero.

  • Vodka
  • Rum
  • Tequila
  • Gin
  • Whisky
  • Segale
  • scotch

Miscelatori di alcol cheto

In un bar o in un ristorante, molto probabilmente ti mescolerai con bibite dietetiche o acqua, ma quando ti diverti a casa, ci sono innumerevoli acque gassate e miscelatori cheto tra cui scegliere.

Usiamo i miscelatori Zevia per preparare alcuni dei nostri cocktail keto preferiti. Li puoi trovare nella maggior parte dei supermercati o online. Le bevande miste sono un’ottima opzione per una dieta chetogenica e possono contenere anche 0 grammi di carboidrati per bevanda!

I cocktail sono Keto?

La maggior parte dei cocktail conterrà zuccheri e sciroppo semplice per insaporire. Esaminiamo alcune bevande popolari e come puoi modificarle per il cheto.

Cocktail classici

Gin tonic: Questa semplice bevanda, fatta solo con gin, acqua tonica e uno spicchio di lime è in realtà piuttosto ricca di carboidrati. È comune confondere l’acqua tonica con l’acqua gassata, ma in realtà sono molto diversi quando si tratta di conteggio dei carboidrati. L’acqua di soda è a zero carboidrati, mentre l’acqua tonica ha 33 g di carboidrati per 12 once fluide! Scambia con un gin e una soda.

vecchio stile: Tradizionalmente preparato con bourbon, bitter, zucchero e un po’ di soda, ma puoi omettere la zolletta di zucchero o scambiare con un po’ di eritritolo e la bevanda sarà molto più bassa di carboidrati netti. Puoi anche provare questa ricetta che utilizza il dolcificante alla frutta di monaco.

Mojito: Ormai devi aver preso piede. Scambia lo zucchero con il tuo dolcificante cheto preferito e hai un cocktail a basso contenuto di carboidrati. Lo stesso vale per il Mojito fatto con rum, soda e menta. Prova questa versione cheto!

Fantasia e Fruttato

Margherita: Tipicamente fatti con liquore all’arancia e sciroppo semplice, la maggior parte dei margarita arriva a circa 28 g di carboidrati per porzione. Ordina invece una tequila con club soda e uno spicchio di lime, o prepara il tuo keto margarita a casa.

Daiquiri: Zucchero, lime e rum sono tutto ciò di cui hai bisogno per preparare questa delizia tropicale. Puoi facilmente scambiare lo zucchero con un dolcificante keto-friendly come fanno in questa ricetta a basso contenuto di carboidrati.

Whiskey Sour: L’ingrediente identificativo di un whisky sour è l’albume, che di per sé è keto-friendly, ma non se combinato con un semplice sciroppo. Prova invece questo cheto Whisky Sour.

Cocktail Keto

Mulo di Mosca: Famoso per la tazza di rame in cui arriva, questo cocktail è solitamente preparato con vodka, birra allo zenzero e succo di lime. Prova il nostro Moscow Mule all’aceto di mele. È a basso contenuto di carboidrati e delizioso.

Puoi anche apprezzare la nostra ricetta del cocktail keto martini a basso contenuto di carboidrati e senza zucchero.

Bloody Mary: Questo cocktail è tutt’altro che semplice e richiede ingredienti come rafano, salsa Tabasco, Worcestershire e una serie di condimenti. Prova una versione cheto con tutte le soluzioni salate.

Caffé irlandese: Potresti omettere lo zucchero dell’Irish Coffee, ma troviamo un dolcificante aggiunto che riduce l’alcol amaro e il caffè, rendendo l’esperienza più fluida. Prova Keto Irish Coffee e guarda di persona.

Vino e birra sono Keto?

Scegliere un vino o una birra con una dieta cheto richiederà un po’ più di sforzo rispetto alla semplice miscelazione di rum e cola dietetica.

Opzioni di vino a basso contenuto di carboidrati

Quando si tratta di trovare un vino a basso contenuto di carboidrati, più secco è, meglio è. Più il vino è asciutto, meno zucchero residuo conterrà, rendendolo meno dolce. Una regola generale è che il vino bianco avrà 1-2 grammi di carboidrati in meno per bicchiere rispetto al vino rosso. Le seguenti opzioni di solito contengono da 0 g a 5 g di carboidrati per bicchiere di vino.

  • Sauvignon Blanc 3 g di carboidrati per porzione
  • Pinot Nero 3,5 g di carboidrati per porzione
  • Chardonnay 3,2 g di carboidrati per porzione
  • Pinot Grigio/Pinot Grigio 3 g di carboidrati per porzione
  • Merlot circa 3 g di carboidrati per porzione
  • Champagne 2 g di carboidrati per porzione
  • Riesling 5,5 g di carboidrati per porzione

Questa azienda a basso contenuto di carboidrati fermenta completamente il vino, senza lasciare residui di zucchero, ottenendo solo 1 g di zucchero per litro.

Puoi anche considerare di controllare la nostra recensione sui vini di fattoria secca perché produce vini senza zucchero, rendendolo popolare tra i cheto-dietisti.

Opzioni di birra a basso contenuto di carboidrati

La birra è una delle bevande alcoliche più difficili da mantenere a basso contenuto di carboidrati mantenendo un buon sapore. Ma man mano che le diete a basso contenuto di carboidrati diventano più popolari, le aziende continuano a proporre opzioni più leggere. Consulta la nostra guida alla birra a basso contenuto di carboidrati prima di andare a fare shopping.

La più recente birra a basso contenuto di carboidrati sugli scaffali è la nuova LightSky di Blue Moon. Porta tutto quel gusto di mandarino per soli 3,6 g di carboidrati per porzione. Sicuramente qualcosa da provare quest’estate. La maggior parte delle birre leggere saranno opzioni decenti, anche se hanno un contenuto alcolico piuttosto basso, quindi potresti finire per esagerare con i carboidrati se ne hai un mucchio.

La peggiore birra e vino per Keto

A volte, è più facile sapere cosa è completamente off-limits su keto. Risparmiati lo stress di leggere queste etichette. L’abbiamo fatto per te.

Vini ad alto contenuto di carboidrati

  • Moscato
  • Riesling dolci
  • Porta
  • Madera
  • Chenin Blan

Birre ad alto contenuto di carboidrati

Seltzer a basso contenuto di carboidrati

Bevande come White Claw e la nuova Bud Light Seltzer sono popolari tra i consumatori attenti alla salute che stanno guardando i loro carboidrati e calorie. I seltz sono semplicemente acqua gassata mescolata con alcol e aromi.

Queste bevande in lattina hanno cambiato il gioco per le persone che seguono una dieta chetogenica che cercano convenienti opzioni senza zucchero nel negozio di liquori.

Dovresti bere su Keto?

Indipendentemente dal fatto che tu scelga o meno di bere con una dieta cheto, dipende da te. Alcune persone sperimentano e scoprono che la loro tolleranza è molto più bassa sul cheto, quindi assicurati di prendere le cose con calma quando inizi per la prima volta.

Mangiare ubriaco

Non sorprende il motivo per cui le persone vanno in un fast food o ordinano la pizza dopo una notte di bevute. L’alcol riduce il controllo degli impulsi e la leptina (l’ormone che dice al tuo corpo che sei pieno). Dopo alcuni drink, potresti sentirti affamato e iniziare a prendere decisioni alimentari sbagliate. Questo potrebbe allontanare le persone dal bere, se stanno seguendo una dieta chetogenica per perdere peso.

Se stai mangiando fuori con cheto, dai un’occhiata ai menu a basso contenuto di carboidrati per i tuoi fast food preferiti.

  1. A basso contenuto di carboidrati da McDonald’s
  2. Keto a Chick-fil-A
  3. Come mangiare Keto a Taco Bell

Riassumere

L’alcol non è vietato con una dieta chetogenica e ci sono molti modi in cui puoi rendere le tue bevande preferite keto-friendly.

  1. L’alcol può rallentare la perdita di grasso, ma non rallenta la chetosi.
  2. I postumi di una sbornia saranno probabilmente peggio con una dieta cheto, quindi assicurati di integrare con elettroliti.
  3. Spiriti come rum, whisky e vodka sono a zero carboidrati, ma non a zero calorie.
  4. Scegli frullatori a basso contenuto di carboidrati come bibite dietetiche, acqua frizzante e altre bevande energetiche a basso contenuto di zuccheri.
  5. Scambia lo zucchero con i dolcificanti cheto nei tuoi cocktail preferiti.
  6. I vini secchi sono a basso contenuto di carboidrati.
  7. Ci sono una varietà di birre leggere o a basso contenuto di carboidrati tra cui scegliere. Questi carboidrati possono sommarsi rapidamente quando si beve più di una birra.
  8. Bere può portare a decisioni alimentari sbagliate, che potrebbero ostacolare la tua perdita di peso.

Bevi con una dieta cheto? Facci sapere! Se hai una bevanda alcolica cheto, rilascia la ricetta nei commenti qui sotto.