La maggior parte delle persone che iniziano una dieta chetogenica scopre di avere inizialmente un forte desiderio di zucchero. Anche la dieta a basso contenuto di carboidrati stagionata ti dirà che di tanto in tanto cedono a una dolce tentazione.

Ma ci sono dolcificanti keto-friendly che ti offrono la possibilità di soddisfare le tue voglie di dolci senza farti uscire dalla chetosi o fermare la perdita di grasso.

Come con la maggior parte dei prodotti “a basso contenuto di carboidrati”, devi prestare attenzione agli ingredienti quando usi i dolcificanti. Anche se un prodotto è classificato come “senza carboidrati” o “senza zucchero”, può comunque contenere carboidrati e calorie sufficienti per rallentare la progressione della dieta chetogenica. (Ecco perché dobbiamo considerare tutti i carboidrati quando monitoriamo i nostri macro.)

Ci sono diversi dolcificanti keto-friendly che si trovano nelle caramelle senza calorie o carboidrati. I dolcificanti che puoi usare con una dieta chetogenica rientrano in una delle due categorie, dolcificanti naturali o artificiali.

Oggi parliamo della categoria salutistica, le alternative naturali allo zucchero.

Edulcoranti naturali e alcool di zucchero

I migliori dolcificanti naturali come alternative allo zucchero in una dieta chetogenica sono

Stevia
eritritolo
Luo Han Guo (pianta del monaco)

È meglio evitare il miele e lo sciroppo d’acero, sebbene naturali e con un indice glicemico inferiore rispetto allo zucchero, in quanto sono ricchi di carboidrati e aumentano la glicemia.

Queste 3 sono le migliori alternative allo zucchero:

1. Stevia

La Stevia è uno dei dolcificanti più popolari al mondo. Deriva da una pianta chiamata Stevia rebaudiana ed è da 100 a 300 volte più dolce dello zucchero (il valore esatto è ancora oggetto di dibattito). Ma una cosa è chiara, è molto, molto dolce, se usi l’estratto di stevia puro ne basta una piccola quantità per addolcire il caffè o il dolce che stai preparando. Inizia con meno e aggiungi di più secondo necessità.

I principi attivi della stevia sono chiamati glicosidi steviolici. Sono stabili al calore e al pH, il che significa che puoi usarlo per cuocere al forno o per addolcire caffè o tè caldi senza problemi.

La Stevia non contiene carboidrati, né calorie e ha un indice glicemico pari a 0, il che significa che non aumenta la glicemia. Questo lo rende un dolcificante ideale per una dieta a bassissimo contenuto di carboidrati come quella richiesta dalla dieta chetogenica.

Sono stati condotti numerosi studi sulla stevia e il consenso è che sia completamente sicura per il consumo umano. A piccole dosi, può anche avere proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e protettive degli organi.

A concentrazioni più elevate, la stevia può avere un retrogusto leggermente amaro, che alcune persone trovano scomodo. Per evitare ciò, puoi semplicemente mescolare la stevia con un altro dolcificante, ad es. B. eritritolo, mescolare.

La Stevia è venduta sia in polvere che in forma liquida. Quando acquisti la stevia, controlla sempre l’etichetta per assicurarti di acquistare l’estratto puro e non una miscela con un dolcificante artificiale potenzialmente uniforme.

A proposito, nel nostro negozio troverai una vasta gamma di stevia.

2. Eritritolo

L’eritritolo è un alcol zuccherino presente in natura ed è ampiamente usato come sostituto dello zucchero.

A differenza della stevia, è meno dolce dello zucchero, ma contiene solo il 6% delle calorie dello zucchero e ha un indice glicemico molto basso di appena 1.

Puoi usare l’eritritolo nei dessert chetogenici. È un ottimo sostituto dello zucchero in quanto ha la massa e la consistenza dello zucchero. Tuttavia, dovresti essere consapevole del fatto che ha un leggero effetto rinfrescante che potrebbe essere scomodo per alcune persone. Per compensare questo, si può mescolarlo con un altro dolcificante. Come già accennato, la stevia e l’eritritolo formano un’ottima combinazione.

Cerca i nostri prodotti a base di eritritolo nel negozio.

È noto che gli alcoli di zucchero causano problemi digestivi in ​​grandi quantità, tuttavia, l’eritritolo è molto ben tollerato dalla maggior parte delle persone. Tuttavia, se sei particolarmente sensibile ad altri alcoli di zucchero come il maltitolo, dovresti iniziare con una dose più bassa di eritritolo per assicurarti che non ci siano effetti avversi.

Un altro possibile vantaggio dell’utilizzo dell’eritritolo al posto dello zucchero è che non nutre i batteri in bocca (che sono responsabili delle carie nei denti) e quindi protegge dalla carie rispetto allo zucchero. Ma durante la dieta chetogenica, stai comunque consumando quantità molto, molto piccole di zuccheri presenti in natura (ad esempio nelle verdure), quindi i tuoi denti ti ringrazieranno a lungo termine.

L’eritritolo è disponibile in commercio in forma granulare e in polvere.

3. Polvere di piante di monaci/ Luo Han Guo

La pianta del monaco si trova in Cina e nel nord della Thailandia e appartiene alla famiglia delle zucche. Questo estratto in polvere è un altro dolcificante naturale cheto-friendly che puoi usare. I frutti di questa pianta sono estremamente dolci e servono sia come dolcificante naturale che medicinale. L’estratto è da 300 a 400 volte più dolce dello zucchero, non ha calorie e non aumenta la glicemia. Simile alla stevia, è stabile al calore e può essere utilizzata nelle bevande calde o per la cottura al forno.

Quando acquisti la polvere di Luo Han Guo, assicurati di controllare l’etichetta per gli additivi, poiché i dolcificanti contenenti Luo Han Guo spesso contengono destrosio aggiunto.

Il frutto del monaco è sicuro da usare e fino ad oggi non sono stati documentati effetti collaterali negativi. Alcuni trovano il gusto un po’ troppo fruttato. Gli studi hanno anche dimostrato che Luo Han Guo può ridurre la resistenza all’insulina.

Lo svantaggio è che l’estratto di Luo Han Guo è piuttosto costoso e difficile da trovare. Tuttavia, se hai accesso ad esso, sentiti libero di provarlo. A volte i mercati cinesi vendono Luo Han Guo essiccato.

Per ingombro e praticità in cucina, specialmente in cottura, Luo Han Guo può essere assunto nella sua forma pura o mescolato con eritritolo.

Conclusione

Ci auguriamo che l’articolo ti sia piaciuto e ora sai esattamente quali alternative allo zucchero ci sono. Abbiamo affrontato solo le alternative naturali qui, poiché hanno pochi o nessun effetto collaterale, in contrasto con le alternative artificiali. Prova quale di questi 3 dolcificanti ti piace di più e quale è più facile da gestire.