Una cattiva alimentazione è una delle principali cause di problemi di salute, ad esempio dovuti alla malnutrizione o al consumo eccessivo di vari alimenti. Una cattiva alimentazione non ha solo conseguenze fisiche, ma anche psicologiche, poiché può influenzare gli ormoni. Tuttavia, la salute non dipende solo dalla dieta, anche l’età e la predisposizione genetica svolgono un ruolo importante, entrambi fattori che non possiamo necessariamente influenzare.

Alcune persone possono ereditare malattie, creando una predisposizione familiare ad esse. Ciò significa che queste persone hanno un rischio maggiore di sviluppare un certo problema di salute. Altri fattori importanti in questo caso sono il consumo eccessivo di alcol o la mancanza di esercizio fisico.Lo sport, ad esempio, può sicuramente portare a una salute migliore.

Un fegato grasso può anche essere causato da alcuni di questi aspetti. Poiché la dieta è particolarmente importante qui, sorge la domanda se una dieta chetogenica abbia un effetto positivo o piuttosto negativo su di essa.

Prima di tutto, cos’è il fegato grasso e quali sono le sue cause?

Un fegato grasso è causato da un aumento dell’accumulo di grasso nelle cellule del fegato. Questo non dovrebbe in alcun modo essere considerato innocuo, poiché il fegato grasso può avere conseguenze estremamente pericolose. Non alcolici, circa il 20-30% dei paesi industrializzati occidentali è a rischio per la salute a causa di questi depositi di grasso. Altrimenti, si verifica in oltre il 90% degli alcolisti. Qui è difficile individuare la relazione tra i casi alcolisti e quelli non alcolici perché le cellule epatiche cambiano allo stesso modo.

Tuttavia si fa una distinzione tra fegato grasso, che è causato dall’alcol, e quello che è causato da altri fattori. Nella maggior parte dei casi, l’alcol non è la causa del fegato grasso. Infatti, il 70-90% deriva da sovrappeso e obesità o da diabete mellito di tipo 2. Altri fattori includono i seguenti:

  • farmaco
  • Malattie del fegato come la malattia di Wilson
  • malnutrizione
  • Malattie croniche intestinali
  • chemioterapia
  • infezione virale
  • Predisposizioni genetiche

Sintomi e conseguenze del fegato grasso

La cosa più pericolosa del fegato grasso è che spesso passa completamente inosservato fino a quando le sue condizioni non sono notevolmente peggiorate. Spesso è solo allora che si possono riconoscere i sintomi, come un ingrossamento del fegato. Gli altri segni sono piuttosto aspecifici:

  • perdita di appetito
  • stanchezza e debolezza
  • gas
  • gonfiore
  • nausea
  • Pressione nell’addome in alto a destra

Tuttavia, le conseguenze del fegato grasso dovrebbero essere prese molto sul serio. In un terzo dei casi c’è un’infiammazione, una cosiddetta epatite. Questo può evolvere in cirrosi epatica. Ciò riduce il numero di cellule epatiche funzionanti, facendo sì che il fegato si sfregi e si rimpicciolisca. Questo rende sempre più difficile per il fegato fare il suo lavoro, fino a quando non può più farlo affatto. Ciò aumenta significativamente il rischio di sviluppare il cancro al fegato. Corri anche il rischio di sviluppare malattie gravi come il diabete di tipo 2 o malattie cardiovascolari. In generale, la steatosi epatica aumenta il rischio di sviluppare seri problemi di salute.

Fegato grasso e dieta chetogenica

La dieta chetogenica si basa sul principio della riduzione dei carboidrati e della sostituzione dei carboidrati con i grassi come fonte di energia. Al giorno d’oggi, molte persone hanno problemi di salute causati principalmente da un’alimentazione scorretta. Le catene di fast food, ad esempio, ti tentano di prendere un hamburger che non è solo economico, ma dovrebbe anche avere un buon sapore e può essere preparato il più rapidamente possibile. Tuttavia, tali piatti non contengono buoni nutrienti, né si riempiono. Questo, a sua volta, porta spesso a un consumo eccessivo. Le calorie, tuttavia, sono tutt’altro che adatte alla dieta. Il fabbisogno calorico giornaliero viene rapidamente superato, il che prima o poi porta a sovrappeso e obesità. Anche gli zuccheri semplici giocano un ruolo importante qui. Contenuti nelle bevande tipiche dei fast food, come la Coca Cola, portano a un rapido aumento della glicemia e rischiano di trasformarsi in depositi di grasso. Le varianti senza zucchero, invece, sono sospettate di aumentare il rischio di altri problemi di salute dovuti al dolcificante aspartame.

Quando il corpo ha già riempito le riserve di grasso esterne, il grasso si deposita all’interno. In origine, lo strato interno di grasso che scorre tra gli organi dovrebbe proteggerli. Svolge quindi un ruolo relativamente essenziale. Tuttavia, se si accumula troppo grasso tra e sopra gli organi, questo a sua volta può avere un effetto negativo sulla loro funzione e rendere difficile per loro lo svolgimento dei rispettivi compiti. Dal momento che la quantità di grasso che si accumula è nella maggior parte dei casi dovuta alla dieta, vale la pena pensarci ed eventualmente cambiarla se necessario. Perdere peso può essere molto utile in questo caso, poiché i grassi immagazzinati vengono gradualmente nuovamente scomposti, il che consente al fegato di svolgere le sue funzioni intatto.

Poiché la maggior parte dell’obesità deriva dal consumo eccessivo di zuccheri semplici e altre cattive fonti di carboidrati, vale la pena eliminarli dalla vita di tutti i giorni e almeno mangiare carboidrati più complessi. Un’altra possibilità sarebbe una riduzione rigorosa dei carboidrati. Quindi è qui che entra in gioco la dieta chetogenica. Poiché si basa sul taglio dei carboidrati fino a un massimo di 50 g al giorno e sull’aumento dell’assunzione di grassi, le diete chetogeniche consumano anche pochissimi zuccheri semplici, se non nulli. Ciò eliminerebbe una delle cause principali di un fegato grasso esistente. Inoltre, quando sei a dieta, dovresti comunque mangiare meno calorie di quelle necessarie per la giornata. Ciò significa che si combatte il problema della steatosi epatica sotto due aspetti: in primo luogo omettendo lo zucchero e in secondo luogo limitando le calorie, che senza ulteriori indugi portano anche alla desiderata riduzione di grasso.

La teoria secondo cui una dieta chetogenica può avere un effetto benefico sul fegato grasso e accelerare il processo di guarigione supporta anche studi pilota, sebbene siano necessarie ulteriori ricerche in quest’area.

Conclusione

In conclusione, una dieta chetogenica non influisce negativamente, per non parlare di provocare, il fegato grasso. Gli studi pilota indicano che una dieta a basso contenuto di carboidrati può avere un effetto positivo su un fegato grasso esistente. La condizione del fegato è migliorata in questo modo ed è facile perdere peso con una dieta chetogenica. Naturalmente, è anche importante che ciò si applichi al fegato grasso non alcolico causato da una cattiva alimentazione. In parole povere, tuttavia, una dieta chetogenica può sicuramente aiutare qui.