Per molte persone, la dieta chetogenica sembra un cambiamento gestibile nello stile alimentare che può aiutarli ad apparire e sentirsi meglio. Quanto può essere difficile una dieta quando puoi mangiare burro, formaggio, pancetta e tanto avocado quanto il tuo cuore desidera?!

1. Non si tratta solo di mangiare grasso!

La maggior parte delle persone sente “chetogenico” e pensa immediatamente al “grasso”. Nel caso in cui qualcuno sia nuovo alla dieta chetogenica, è essenzialmente una dieta ricca di grassi e molto povera di carboidrati che mette il corpo in uno stato chiamato chetosi, in cui il grasso viene utilizzato per il carburante invece dei carboidrati.

Ma non è tutta la verità, perché mentre puoi mangiare più grasso, il tipo di grasso conta!

Siamo davvero ciò che mangiamo e se gli animali che ci forniscono grasso alimentare mangiano cibo di scarsa qualità, allora il grasso sarà di scarsa qualità. Mangia solo prodotti provenienti da animali allevati all’aperto perché hanno una qualità nutrizionale superiore che è priva di ormoni aggiunti e altre tossine che possono portare a malattie e disturbi metabolici.

2. Sei impreparato

La dieta chetogenica è diversa da quasi tutte le altre diete che hai provato. Per questo motivo, senza strategie, piani e idee utili, può essere difficile incorporarli nella vita quotidiana.

Si tratta molto di più che rimuovere pane e pasta. Richiede un’attenta pianificazione e monitoraggio di quanti carboidrati mangi. Non commettere l’errore di iniziare senza pianificare, ci vuole fatica e lavoro più di altre diete.

Suggerimento: la preparazione dei pasti è fondamentale per raggiungere la chetosi perché le macro sono così specifiche. Prima di iniziare a prepararti, dovresti controllare i pericoli nascosti di una dieta chetogenica.

3. Mangi troppe proteine

Sì, avete letto bene. Mentre gli amanti della carne possono avvicinarsi al piano con gusto, alla ricerca di bistecche, hamburger, pancetta, filetto di maiale e salsiccia, che sono tutti alimenti approvati dalla cheto, troppo può essere una brutta cosa.

Contrariamente alla credenza popolare, una dieta chetogenica non è una dieta ricca di proteine. Le proteine ​​dovrebbero rappresentare solo dal 15 al 30 percento delle calorie giornaliere. Altrimenti, la chetosi si romperà. L’eccesso di proteine ​​interrompe la chetosi e le persone che sono eccessivamente concentrate sulle proteine ​​potrebbero non raggiungere la chetosi. Ricorda, la dieta chetogenica è principalmente grassa, con proteine ​​da basse a moderate e quasi senza carboidrati.

Suggerimento: quindi cerca di pianificare la tua dieta (pasti e spuntini) per allinearti meglio con i tuoi obiettivi di alto contenuto di grassi, proteine ​​moderate e carboidrati molto bassi.

4. Devi mangiare frutta e verdura.

Molte persone pensano anche di non poter mangiare frutta o verdura durante una dieta chetogenica. Questo è sbagliato! Hai sicuramente ancora bisogno di mangiare frutta e verdura, indipendentemente dalla dieta che stai seguendo.

Ci sono anche alcuni tipi di frutta e verdura che sono keto friendly.
Puoi mangiare molte verdure a basso contenuto di carboidrati, tipo

cavolfiore
Zucchine,
Funghi,
Mangia cetrioli e altro.

La frutta è un po’ più difficile per una dieta chetogenica, quindi puoi/dovresti mangiare tutti i tipi di bacche e altri frutti a basso contenuto di carboidrati in quantità porzionate.

5. Le carenze nutrizionali e altri problemi di salute sono motivo di preoccupazione.

Ci sono alcuni problemi di salute comuni che emergono durante la dieta chetogenica. La maggior parte di questi può essere evitata con un’attenta pianificazione.

La dieta chetogenica ha molti effetti collaterali. Pertanto, è importante che le persone lavorino con un medico che ha esperienza con la dieta. Alcuni effetti collaterali comuni includono costipazione, colesterolo alto, calcoli renali, carenze vitaminiche tra cui zinco, rame, selenio e vitamina D.

Anche le carenze di minerali ed elettroliti sono abbastanza comuni nelle prime fasi della dieta chetogenica. Molte persone diventano disidratate e carenti di elettroliti poiché il corpo perde grandi quantità di acqua a causa della restrizione dei carboidrati. Sodio, potassio e magnesio sono i tre grandi minerali da integrare in questa fase.

In un recente studio che utilizzava un programma alimentare chetogenico per un anno, i ricercatori hanno visto un aumento di LDL (colesterolo cattivo), ma è stato percepito come piccolo. D’altra parte, hanno documentato aumenti desiderabili di HDL (colesterolo buono) e diminuzioni dei livelli di trigliceridi e indicatori di infiammazione, entrambi fattori di rischio per le malattie cardiache.

6. Mangi troppe calorie

Nelle prime settimane di una dieta chetogenica, non è raro che tu perda rapidamente diversi chili. Questa è una grande spinta motivazionale e un incentivo per andare avanti. Tuttavia, scoprirai presto che la bilancia si blocca quando non sei in chetosi e mangi troppo.

Alcune persone potrebbero subire un arresto completo della perdita di peso o addirittura riguadagnare il loro peso originale. Quindi è importante tenere d’occhio l’assunzione di carboidrati e l’apporto calorico.

Se mangi più del necessario, aumenterai di peso. Questo vale anche se stai seguendo una dieta chetogenica. Un errore comune che le persone fanno è che pensano che se seguono la dieta chetogenica tutto il grasso si scioglierà. Questo può accadere, ma non se hai un apporto calorico permanentemente elevato!

Suggerimento: i neofiti chetogenici che sperimentano questa transizione potrebbero arrendersi, pensando che non funzioni. Il miglior consiglio è aspettare. Monitora attentamente l’assunzione di cibo e pesa e misura le porzioni. È molto importante, soprattutto con la frutta, prestare attenzione alle porzioni giuste!

7. Mangi troppe poche calorie

Sembra una contraddizione, vero? Proprio come mangiare al di sopra del limite calorico giornaliero può essere un problema per il girovita, anche mangiare al di sotto dell’intervallo giornaliero può essere dannoso.

L’altro lato del problema calorico è il rischio di mangiare troppe poche calorie. Come sappiamo, la dieta chetogenica è fantastica quando si tratta di eliminare virtualmente i disturbi della glicemia e le voglie di zucchero nel sangue che ne derivano. Dopo essersi adattati al modo di mangiare chetogenico, molte persone smettono semplicemente di avere fame.

In effetti, il digiuno intermittente è popolare tra i dietisti chetogenici. Si ritiene che andare più a lungo senza cibo promuova una maggiore combustione dei grassi. Semplicemente non hai abbastanza fame da mangiare, o potresti dimenticarti di mangiare.

Suggerimento: è importante calcolare il tuo fabbisogno calorico e pianificare pasti e spuntini per ogni giorno che ti aiuteranno a raggiungere questi obiettivi.

8. Barare sulla dieta chetogenica non è un’opzione!

Per sperimentare tutti i benefici di una dieta chetogenica, la coerenza è molto importante. Ciò significa che non puoi deviare dalla rotta per concederti un “pasto cheat”. Ogni volta che mangi molti carboidrati, esci dalla chetosi e devi ricominciare da capo per rientrare.

Rinunciare ai carboidrati richiede sforzo, sacrificio e, in molti casi, compromesso quando si tratta di questioni sociali. Senza una forte motivazione o necessità medica, può essere difficile per una persona impegnarsi in una dieta chetogenica a lungo termine.

9. Non stai bilanciando correttamente i tuoi macronutrienti

Molte persone a dieta chetogenica consumano prodotti animali ricchi di grassi e non danno la priorità al consumo di verdure a foglia verde e altri cibi vegetariani ricchi di nutrienti. Se mangi solo bistecca o pollo, mancano importanti nutrienti e fibre!

Suggerimento: qui la parola chiave è una buona pianificazione. Devi assicurarti di raggiungere i tuoi obiettivi giornalieri di calorie, grassi e carboidrati, ma dovresti anche assicurarti di assumere tutti i nutrienti e le vitamine di cui hai bisogno. Una dieta variata è importante anche nella dieta chetogenica.

10. Smetti quando viene “influenza cheto”.

L’influenza chetogenica è un breve periodo, spesso solo pochi giorni, subito dopo l’inizio della dieta chetogenica, in cui potresti avvertire affaticamento, mal di testa, nebbia cerebrale e sbalzi d’umore. Questi effetti collaterali sono il risultato del corpo che impara a passare dalla combustione del glucosio alla chetosi come fonte primaria di carburante.

Suggerimento: ricorda che migliorerà rapidamente. Proprio come un fumatore o un bevitore che si sta riprendendo e lotta con i sintomi di astinenza, qualcuno che inizia una dieta a basso contenuto di carboidrati o chetogenica deve superare i sintomi di astinenza da carboidrati.

Bonus non bevi abbastanza acqua

L’acqua è importante per tutti, indipendentemente da come si mangia, ma è particolarmente importante nella dieta chetogenica. I sintomi simil-influenzali sono causati in gran parte da anomalie nell’equilibrio dei liquidi e negli elettroliti. Durante la dieta chetogenica, perdi acqua in più perché aumenta la produzione di urina. Ciò significa che devi bere più di quanto probabilmente sei abituato per rimanere idratato.

Consiglio: dovresti bere almeno 2 litri di acqua ogni giorno. Se non sei abituato a bere così tanta acqua, sali lentamente fino a questo livello. È utile avere la giusta quantità di acqua a portata di mano in modo da ricordarlo sempre.

Conclusione

Ci auguriamo che possiate imparare da questi errori e non farli per poter seguire con successo la dieta chetogenica a lungo termine senza interruzioni e con la giusta pianificazione!