La terapia con luce rossa è un trattamento in cui ti esponi alla luce nella lunghezza d’onda da 625 a 1200 nanometri. Gli studi clinici dimostrano che questo schiarisce la pelle, migliora la salute del cuore e accelera il recupero delle lesioni.

Ma quanto spesso dovresti fare la terapia della luce rossa a settimana?

Questo post ti guida attraverso tutto ciò che devi sapere sulla frequenza con cui dovresti eseguire la terapia della luce rossa. Esaminerò la frequenza e la durata della sessione fornendo alcuni suggerimenti supportati dalla scienza.

Inizia lentamente

Sebbene i trattamenti di fototerapia non abbiano effetti collaterali negativi, dovresti iniziare lentamente e aumentare la tua crescita perché più sessioni non sono sempre utili. A volte il tuo corpo reagisce meglio a tre sessioni a settimana rispetto a sette.

Per la prima settimana di trattamento con la terapia della luce rossa, utilizzare il dispositivo per la terapia della luce rossa per 10 minuti a giorni alterni. Suggeriamo di iniziare lentamente perché le persone con pelle sensibile possono provare tensione e arrossamento mentre si abituano alla luce rossa.

Sentiti libero di ridurre la frequenza e la lunghezza se noti una pelle arrossata e tesa dopo queste sessioni brevi e poco frequenti. Potresti anche tenere il pannello più lontano per ridurre l’intensità.

Ma una volta che sei abituato a sessioni frequenti, inizia ad aumentare lentamente l’intensità e la frequenza. Per la seconda settimana, opta per cinque sessioni a settimana e gioca con la frequenza, la durata e la potenza per le prossime settimane per trovare ciò a cui il tuo corpo risponde meglio.

Il punto debole medio è di sessioni di 15 minuti, da tre a cinque volte a settimana.

Ma qual è il momento migliore della giornata per sedersi davanti al tuo semaforo rosso?

Il miglior momento della giornata per la terapia con luce rossa

Il momento migliore per fare la terapia della luce rossa dipende dalle tue esigenze e disponibilità. Ecco i momenti migliori per utilizzare la terapia della luce rossa in base a ciò che stai cercando di gestire e trattare:

  • Sonno
  • Ritmo circadiano
  • Recupero delle ferite e guarigione delle ferite
  • Recupero dalla palestra
  • Pelle

Sonno

I documenti medici mostrano che la terapia con luce rossa tratta i disturbi del sonno perché aumenta la produzione di melatonina. Quindi, se stai facendo la terapia con la luce rossa per dormire, considera di usarla qualche ora prima di andare a letto.

Evita di sederti davanti al pannello a luci rosse direttamente prima di andare a letto poiché la luce aumenta la temperatura corporea interna, rendendo più difficile addormentarsi. Quindi, se vai a letto alle 22:00, fai la terapia con la luce rossa tra le 18:00 e le 20:00. In questo modo, aumenti gli ormoni del sonno dando al tuo corpo la possibilità di rinfrescarsi.

Potresti anche fare una doccia tiepida o fredda dopo la terapia con la luce rossa, rinfrescando il corpo e rendendo più facile addormentarsi.

Ritmo circadiano

Il ritmo circadiano è come il tuo orologio biologico. Dice al tuo corpo quando produrre ormoni stimolanti come il cortisolo e l’adrenalina e gli ormoni del sonno come la melatonina. Supponiamo che ti trovi assonnato durante il giorno ed energico prima di andare a letto; ci sono buone probabilità che il ritmo circadiano del tuo corpo non sia sincronizzato.

Uno dei modi migliori per impostare il tuo ritmo circadiano è con la terapia della luce rossa. Usa la terapia della luce rossa subito dopo il risveglio perché dice al tuo corpo che è ora di produrre cortisolo e adrenalina.

Se il tuo pannello a luci rosse ha una funzione di sveglia, impostala sull’ora in cui ti stai svegliando e lascia che la luce rossa regoli il tuo ritmo circadiano.

Scoprirai anche che durante il giorno ti senti più energico. La luce rossa agisce sui mitocondri, incoraggiandoli a produrre più adenosina trifosfato o ATP che aumenta l’energia.

Recupero delle lesioni

Sebbene la luce rossa tratti efficacemente le lesioni, non può penetrare nel tuo corpo così in profondità come la luce del vicino infrarosso. Quindi, se ti stai riprendendo da un infortunio, opta per la luce nel vicino infrarosso poiché entra nelle ossa e nei tessuti interni. Fortunatamente, la maggior parte dei pannelli ha un’opzione nel vicino infrarosso.

Se stai usando la luce nel vicino infrarosso per curare le lesioni articolari, non importa a quale ora del giorno la usi. Ma suggerirei di farlo quando provi dolore.

Molti atleti che si stanno riprendendo da un infortunio spesso avvertono dolori acuti dopo il risveglio poiché l’articolazione infortunata è rimasta nella stessa posizione per ore. Se ti svegli male, usa il pannello a luci rosse al mattino e ti darà un rapido sollievo.

Assicurati di consultare la nostra guida ai migliori dispositivi per la terapia della luce rossa!

Recupero dalla palestra

Il dolore muscolare a insorgenza ritardata o DOMS è un dolore muscolare che inizia dopo che ti sei allenato. Succede spesso quando sei nuovo in palestra.

Possono volerci giorni o addirittura un’intera settimana prima che DOMS scompaia. Ma fortunatamente, la terapia con luce rossa accelera notevolmente questo processo.

DOMS si verifica a causa di microlacerazioni nelle fibre muscolari. Il tuo corpo risponde a queste lacrime innescando l’infiammazione, che è una delle ragioni principali per cui ti senti così dolorante. La terapia con luce rossa riduce questa infiammazione, accelerando il recupero.

Usa la terapia della luce rossa direttamente prima e dopo l’allenamento. Prima dell’allenamento, la luce rossa fornisce un rapido sollievo dal dolore, mentre la sessione dopo l’esercizio riduce l’infiammazione, diminuendo il futuro dolore muscolare.

Pelle

La terapia con luce rossa stimola la produzione di collagene, migliorando la salute della pelle. Funziona su più problemi della pelle come:

  • Acne
  • Rughe
  • Acne rosacea
  • Smagliature
  • Eczema
  • Psoriasi

Non importa a che ora usi la terapia della luce rossa per la tua pelle. L’unica cosa che conta è la coerenza. Non noterai un miglioramento della tua pelle dopo una sessione perché ci vogliono due o tre settimane prima che le cellule della pelle muoiano. Quindi attenersi alla terapia della luce rossa per almeno 21 giorni.

Suggerirei di trovare un momento conveniente a cui è facile attenersi. Potrebbe essere prima di andare a letto, quando ti svegli o mentre guardi la TV.

Stai usando la terapia con luce rossa per una condizione specifica?

La frequenza con cui dovresti usare il trattamento con luce nel vicino infrarosso e la durata dipende dalla tua situazione poiché il corpo di ognuno reagisce in modo diverso. Ma ecco alcune linee di base da seguire per ogni condizione che stai cercando di trattare.

  • Cura della pelle e antietà
  • Sonno migliorato
  • Artrite e dolore cronico
  • Disturbi cronici della pelle

Cura della pelle e antietà

Per un tono della pelle migliorato e un antietà generale, i dermatologi consigliano di utilizzare la terapia laser a basso livello da tre a cinque volte a settimana con sessioni da 10 a 12 minuti. Rimani coerente con questa terapia da uno a quattro mesi per ottenere risultati ottimali.

Dopo questo periodo, sentiti libero di valutare i tuoi progressi con immagini settimanali di rughe o crescita dei capelli. Modifica la frequenza e la durata della sessione in base a ciò a cui il tuo corpo risponde meglio.

Sonno migliorato

Utilizzare la fototerapia a LED per 10 minuti ogni giorno prima di coricarsi. Questo stimola la melatonina, l’ormone del sonno, rendendo più facile addormentarsi. Tuttavia, fai la terapia con la luce rossa alcune ore prima di coricarti per evitare di aumentare la temperatura corporea.

Potresti anche esporti a qualche secondo di luce rossa non appena ti svegli. Questo imposta il tuo ritmo circadiano e dice al tuo corpo che è ora di produrre cortisolo e adrenalina.

Una volta che inizi a notare un aumento della qualità del sonno e il tuo ritmo circadiano è impostato, riduci la frequenza a due volte a settimana. Gioca con questa frequenza per trovare ciò che funziona per te, ma questo è un buon punto di partenza.

Artrite e dolori articolari

Prendi in considerazione l’utilizzo della luce nel vicino infrarosso insieme alla luce rossa durante la gestione dell’artrite perché la luce del vicino infrarosso penetra più in profondità nei tessuti corporei.

Uno studio ha dimostrato che le sessioni di terapia della luce nel vicino infrarosso hanno ridotto il dolore nei pazienti con osteoartrite di oltre il 50%. Questo lo rende uno strumento pratico per la gestione del dolore da artrite.

Inizia lentamente usando il pannello a luci rosse due volte a settimana e spostati fino a cinque volte a settimana poiché la maggior parte degli studi trattava il dolore con questa frequenza settimanale.

La luce rossa e NIR funzionano bene perché:

  • Riduce l’infiammazione
  • Migliora il flusso sanguigno ai legamenti e ai tendini danneggiati

Ma fai attenzione quando usi la terapia della luce nel vicino infrarosso perché può potenzialmente danneggiare i tuoi occhi, specialmente se stai usando un pannello per tutto il corpo.

Quindi attieniti all’utilizzo di dispositivi per la terapia della luce da tre a cinque volte a settimana. Se sei un atleta e hai bisogno di recuperare rapidamente per una partita, puoi farla franca usandolo ogni giorno per un breve periodo. E ricorda sempre di indossare gli occhiali protettivi per gli occhi.

Disturbi cronici della pelle

La luce rossa è un’opzione di trattamento efficace per vari disturbi cronici della pelle come:

  • Acne rosacea
  • Psoriasi
  • vitiligine
  • Acne

Ti starai chiedendo come funziona la terapia con luce rossa per così tanti problemi della pelle. Funziona perché l’aumento della produzione di ATP riduce l’infiammazione e tutte queste condizioni della pelle innescano l’infiammazione.

La maggior parte degli studi che hanno trattato i problemi cronici della pelle con la terapia con luce rossa hanno utilizzato una frequenza compresa tra tre e cinque volte a settimana. Poiché la tua pelle si abitua alla luce rossa dopo alcuni mesi, alcuni studi dimostrano che puoi aumentare la frequenza fino a sei volte a settimana.

Potrebbero piacerti anche le nostre recensioni sui dispositivi per la terapia della luce rossa Mito e Joovv!

Considerazioni finali sulla frequenza della terapia con luce rossa

Se stai cercando di curare malattie della pelle, artrite, dolori articolari o uno schema del sonno non regolamentato, gli studi medici mostrano che la frequenza migliore è da tre a cinque volte a settimana. Anche la durata della sessione dovrebbe essere di circa 10-20 minuti.

Attenersi alla terapia con luce rossa per almeno 21 giorni perché ci vogliono dalle due alle tre settimane prima che le cellule della pelle muoiano.

Tuttavia, ognuno è diverso. Quindi usa questo come linea di base, ma gioca con la lunghezza e la frequenza e scatta foto dei progressi per vedere a quale frequenza il tuo corpo risponde meglio.