La stevia e il frutto del monaco sono alcuni dei dolcificanti più popolari nella comunità cheto. Entrambi sono naturali e non ti espelleranno dalla chetosi, rendendoli un’opzione gustosa ma salutare da aggiungere a bevande e dessert.

Ma questo pone la domanda, che è meglio?

Questo post esamina i vantaggi e gli svantaggi della stevia rispetto al frutto del monaco e come sapere quale fa per te.

Qual è la differenza tra il frutto del monaco e la Stevia?

La stevia e il frutto del monaco sono entrambi dolcificanti naturali derivati ​​da piante molto più dolci e più sane della canna da zucchero.

La pianta della stevia, conosciuta anche come Stevia rebaudiana, fa parte della famiglia dei crisantemi. Un pacchetto di polvere di stevia è dolce come due cucchiaini di zucchero e contiene:

  • Zero calorie
  • Un grammo di carboidrati netti
  • Zero grassi o proteine

Questo rende la stevia super utile per chiunque cerchi di smettere di zucchero.

Il frutto del monaco è un altro dolcificante naturale popolare tra i keto dieters. È una piccola zucca che assomiglia all’anguria e fu coltivata per la prima volta in Asia nel XIII secolo dai monaci buddisti.

Il frutto del monaco è ampiamente utilizzato perché è da 150 a 250 volte più dolce dello zucchero da tavola, quindi ne basta solo un po’. Questa dolcezza deriva dai mogrosidi, una molecola completamente diversa dallo zucchero, e non aumenta i livelli di glucosio nel sangue. Uno studio del 2013 ha anche scoperto che i mogroside aiutano ad alleviare lo stress ossidativo.

In una confezione di dolcificante alla frutta di monaco troverai:

  • 0,8 grammi di carboidrati
  • Zero calorie o carboidrati
  • Zero proteine ​​o grassi

Ora che sappiamo cosa sono la stevia e il frutto del monaco, copriamo i vantaggi e gli svantaggi di ciascuno.

Quali sono i vantaggi della Stevia?

Ecco i vantaggi dell’utilizzo dell’estratto di stevia in tè, caffè e dessert:

  • È disponibile in diverse forme
  • La Stevia favorisce la perdita di peso
  • Non influisce sui livelli di insulina e zucchero come altri dolcificanti

I dolcificanti Stevia sono disponibili in diverse forme

Al tuo negozio di salute locale o negozio di alimentari, troverai la stevia in forma liquida, granulare e in polvere.

Questo è comodo perché puoi aggiungere il liquido al tuo caffè per addolcirlo o utilizzare i granuli per torte e dessert. Questo lo rende un eccellente dolcificante cheto completo poiché è sano, gustoso e conveniente.

Personalmente, mi piace aggiungere la stevia liquida al mio caffè al mattino con un po’ di olio MCT. I granuli sono anche una buona opzione durante la cottura perché sono stabili al calore; tuttavia, fai attenzione ad aggiungerne troppo poiché è piuttosto dolce.

Promuove la perdita di peso

La perdita di peso è il motivo principale per cui le persone sono attratte dalla stevia o da qualsiasi dolcificante naturale.

L’obesità è un fattore significativo alla base di quasi tutte le condizioni croniche come malattie cardiache, diabete, malattie renali e cancro. Il colpevole dell’obesità è lo zucchero aggiunto alla maggior parte degli alimenti, anche quelli “sani” come succo d’arancia, yogurt e frutta.

Questo è il motivo per cui molte aziende vendono prodotti senza zucchero. Sfortunatamente, questi prodotti contengono dolcificanti artificiali, che possono essere anche più dannosi dello zucchero.

Ma la stevia è un dolcificante naturale che non solo ti aiuta a perdere peso, ma ti mantiene anche più pieno più a lungo.

La Stevia non ha effetti sull’insulina e sulla glicemia

Se soffri di diabete di tipo 2 o semplicemente vuoi mantenere bassa l’insulina, la stevia può aiutarti. A differenza dei dolcificanti artificiali che aumentano l’insulina e la glicemia, diversi studi ritengono che la stevia non abbia effetti negativi sull’insulina.

Molti operatori sanitari raccomandano la stevia come alternativa allo zucchero per chi soffre di diabete, obesità e ipertensione.

Quali sono gli svantaggi della Stevia?

Sebbene la stevia offra vantaggi irresistibili ai cheto-dietetici, ci sono alcuni svantaggi.

Retrogusto amaro

Dopo aver usato la stevia, noterai un distinto sapore amaro. Se stai usando la stevia liquida per addolcire il tuo caffè o tè, questo gusto è molto inferiore, ma è ancora lì. Ti ci abituerai dopo pochi giorni; tuttavia, l’uso iniziale può essere sgradevole.

Un consumo eccessivo può causare uno stomaco che cola

Consumare troppa stevia e altri alcoli zuccherini tende ad avere un effetto lassativo.

Questo effetto lassativo si verifica principalmente quando si mangiano molti dolci aromatizzati alla stevia. È ancora peggio se stai usando un altro zucchero alcolico come l’eritritolo.

Ma se stai aggiungendo alcuni pacchetti al tuo caffè mattutino, non stai consumando abbastanza per avvertire la pancia che cola.

Quali sono i vantaggi del frutto del monaco?

L’estratto di frutto di monaco è un potente dolcificante naturale che può potenziare la vita dei cheto-dieteristi perché:

  • È antinfiammatorio
  • Combatte le cellule tumorali
  • Ne basta poco perché è così dolce

L’estratto di puro frutto del monaco è antinfiammatorio

Si scopre che anche i mogroside, la molecola del frutto del monaco che gli conferisce dolcezza, hanno effetti antinfiammatori. Secondo uno studio del 2011, i mogroside prevengono l’infiammazione e l’ossidazione delle cellule.

Questa è una buona notizia perché l’infiammazione è una delle principali cause delle malattie croniche e, bevendo il frutto del monaco con il caffè, aiuti il ​​tuo corpo a combattere l’infiammazione causata dagli alimenti trasformati.

I dolcificanti alla frutta del monaco combattono le cellule tumorali

Uno studio del 2016 ha rilevato che il frutto del monaco ha proprietà antitumorali. Lo studio ha concluso che il mogroside ha inibito la crescita delle cellule tumorali del pancreas e di altre cellule tumorali in modo dose-dipendente. Ciò significa che più ricercatori lo usavano, più combatteva le cellule tumorali.

Un altro motivo per cui l’uso del frutto del monaco può ridurre il rischio di cancro è perché non mangerai più tanto zucchero. E diversi studi mostrano che il consumo eccessivo di zucchero porta alla crescita delle cellule tumorali.

Questo perché lo zucchero può innescare la formazione del cancro. Le cellule tumorali sono diverse rispetto alle nostre cellule normali. Mangia zucchero, e questo è il motivo per cui una scansione dell’animale domestico funziona così bene.

Per scoprire se un paziente ha il cancro, i medici inietteranno glucosio radiomarcato per vedere quale parte del corpo sta monopolizzando tutto lo zucchero. E l’area che sta fermentando tutto il glucosio è dove si trova il cancro.

Quindi, quando mangi il frutto del monaco invece dello zucchero, stai morendo di fame queste cellule tumorali.

Hai solo bisogno di un po ‘

Il frutto del monaco è 200 volte più dolce dello zucchero da tavola. Quindi, invece di comprare molto zucchero al supermercato per addolcire il tuo caffè, prendi semplicemente del dolcificante alla frutta di monaco. Viene fornito in un piccolo pacchetto e puoi rendere la tua tazza di caffè mattutina più gustosa in modo naturale.

Il frutto del monaco è anche utile durante la cottura e la cottura.

Tuttavia, trovo che sia particolarmente delizioso quando si preparano dessert surgelati come fondente o budino. Se stai usando xilitolo o eritritolo, morderai i granuli durante la masticazione, il che è sgradevole. I granuli tendono anche a depositarsi sul fondo.

Ma con il frutto del monaco, non sperimenterai nulla di tutto ciò. Quando si mangia keto fudge, la dolcezza viene distribuita uniformemente.

Quali sono gli svantaggi del frutto del monaco?

Ci sono alcuni inconvenienti nel frutto del monaco che ti spingeranno verso altri dolcificanti naturali come la stevia e lo xilitolo.

I dolcificanti alla frutta del monaco sono costosi

Il frutto fresco del monaco è difficile da coltivare e importare, il che lo rende piuttosto costoso da acquistare. Dal momento che è così costoso, molte aziende aggiungono destrosio e altri dolcificanti artificiali per abbassare il prezzo. E come probabilmente saprai, questi dolcificanti artificiali sono fondamentalmente zucchero perché aumentano i livelli di glucosio nel sangue e innescano l’infiammazione.

Quando acquisti il ​​frutto del monaco, leggi l’etichetta per vedere se è mescolato con altri dolcificanti.

Fa scattare allergie

Il frutto del monaco è strettamente correlato ai cetrioli che fanno parte della famiglia delle zucche. Quindi, se hai un’allergia alla zucca, evita il frutto del monaco poiché innesca reazioni come prurito agli occhi e naso che cola.

Invece, opta per stevia o xilitolo. Entrambi sono alcoli di zucchero naturali e non aumenteranno i livelli di insulina o glucosio.

Come scegliere il dolcificante giusto per te

Quando scegli un dolcificante adatto alle tue esigenze di cheto, poniti le seguenti domande:

  1. Ci stai cucinando o vuoi aggiungerlo al caffè?
  2. Sei diabetico e ti preoccupi dei livelli di zucchero nel sangue?
  3. Ti dispiace il retrogusto amaro?

Entrambi i dolcificanti sono flessibili poiché puoi usarli in caffè, tè, salse, dessert, frullati e condimenti. Sono anche stabili al calore, quindi puoi cuocere e cucinare con esso.

La stevia e il frutto del monaco sono simili, ma presentano differenze fondamentali. Se state preparando dei semifreddi, vi consiglio vivamente la frutta del monaco. Non si deposita sul fondo come la stevia o lo xilitolo. Ma se stai principalmente cercando di addolcire le bevande, opta per la stevia. Ha un sapore simile allo zucchero e ne serve molto meno.

La stevia e il frutto del monaco sono sicuri per i diabetici?

Sia la stevia che il frutto del monaco non aumentano i livelli di glucosio nel sangue e di insulina, rendendolo sicuro per i diabetici. Inoltre non contiene calorie, carboidrati o ingredienti artificiali, quindi non provoca infiammazioni.

Potrebbe piacerti anche la nostra guida sul miglior sostituto dello zucchero per Keto.

Quali sono alcune alternative?

Considera queste opzioni naturali se vuoi ravvivare la tua dieta cheto sostituendo la stevia e il frutto del monaco con altri dolcificanti.

Xilitolo

Se stai cercando un dolcificante che non abbia un retrogusto amaro, prendi dello xilitolo. Ha un sapore proprio come lo zucchero ma senza gli effetti negativi sulla salute.

Lo xilitolo ha un punteggio GI di 7, che colpisce i livelli di zucchero nel sangue e insulina se consumato in quantità eccessive. Ma se stai aggiungendo qualche cucchiaino al tuo caffè o lo usi per fare i dessert, non aumenterà la glicemia.

Quando acquisti lo xilitolo, prendi lo xilitolo organico non OGM. Le aziende possono produrre lo xilitolo dal mais OGM e tu non vuoi mangiarlo perché è spruzzato con un erbicida chiamato glifosato. Questa sostanza chimica aumenta il rischio di sviluppare permeabilità intestinale, interruzione del sistema endocrino e persino cancro.

Eritritolo

L’eritritolo è un alcol di zucchero naturale simile allo xilitolo e ha il 70% della dolcezza dello zucchero da tavola. Il suo punteggio GI è zero, il che lo rende un’opzione migliore rispetto allo xilitolo per i diabetici o per coloro che cercano di abbassare i livelli di insulina e glicemia.

Sappiamo tutti dei benefici per la salute dentale dello xilitolo, ma studi recenti ritengono che l’eritritolo sia ancora più efficace nel prevenire la carie.

Considerazioni finali sull’estratto di Stevia Vs Monk Fruit

Il frutto del monaco e la stevia sono alcuni dei dolcificanti keto-friendly più popolari e per una buona ragione.

Non influenzano i livelli di insulina e zucchero nel sangue, rendendolo un’opzione salutare per i diabetici. Entrambi i dolcificanti inoltre non contengono carboidrati o calorie, quindi aiuteranno con la perdita di peso e non ti espelleranno dalla chetosi.

In breve, usa i granuli di stevia o lo sciroppo nel tuo caffè mattutino perché ha un sapore simile allo zucchero normale. Usa il frutto del monaco per preparare dessert surgelati perché non si deposita sul fondo come xilitolo o eritritolo.