Perché amo il cavolo con una dieta cheto

Il cavolo contiene solo 2,3 grammi di carboidrati netti in una singola tazza, rendendolo un alimento ambito per chiunque segua la dieta cheto. Se stai cercando qualcosa di abbondante e a basso contenuto di carboidrati, non cercare oltre. Potresti davvero abbassarti prima che abbia alcun effetto sul tuo stato di chetosi.

Ultimamente ho visto alcuni colleghi blogger diventare piuttosto creativi con le foglie. Potresti provare le foglie come sostituto del pane sandwich e ammucchiare i tuoi fissaggi per sandwich a basso contenuto di carboidrati o sostituire le tortillas per tacos e burritos. Gli impacchi bready di tutti i tipi possono essere facilmente sostituiti con cavoli per una versione a bassissimo contenuto di carboidrati dei tuoi piatti preferiti. Pensa a pitas, naan, tortillas, ecc. Carboidrati minimi, zero sensi di colpa.

Il basso contenuto di carboidrati della verdura non è l’unica ragione per cui consiglierei di includere il cavolo nella dieta chetogenica, è anche incredibilmente ricco di sostanze nutritive. Ottieni il 20% in più rispetto all’indennità giornaliera raccomandata di vitamina K e vitamina C quando la consumi. Il vegetale non ha grassi, non ha colesterolo ed è ricco di folati e vitamina B6. È un po ‘come una tela bianca densa di nutrienti con cui lavorare.

Anche i benefici per la salute sono sostanziali. Contiene sia glucosinolati che sulforafano, due sostanze fitochimiche uniche che aiutano a istigare la produzione di enzimi che disintossicano il corpo durante il processo metabolico.

Alcuni scienziati suggeriscono un legame tra la difesa del cancro del colon e il consumo di cavoli. Il vegetale, in particolare la variante viola, contiene attributi anti-cancerogeni chiamati antociani. La vitamina C è un booster del sistema immunitario e la fibra nel cavolo aiuta i processi digestivi. Il vegetale è anche ricco di zolfo, aiutando la difesa contro le infezioni.

Curioso di sapere dove si accumula rispetto ad altre verdure? Dai un’occhiata alla lista di verdure a basso contenuto di carboidrati che ho messo insieme!

Cucinare cavoli!

Mangiato crudo la verdura può rivelarsi un po ‘amara, ma può essere una gustosa aggiunta a molte insalate. Quando viene arrostito, il cavolo brilla davvero, assumendo un sapore e una consistenza quasi burrosi. Se cotto in zuppe o brodi, il sapore può essere lavato via da sapori concorrenti nel piatto. Se stai cercando di mascherare il sapore vegetariano (pensando a te, compagni mamme con mangiatori schizzinosi!), Questo può essere buono. Ma se stai cercando di evidenziare il profilo aromatico naturale, scegli gli ingredienti che completeranno il cavolo piuttosto che sopraffarlo.

Le tecniche di preparazione includono: crudo, brasato, saltato, stufato, arrosto, cotto a vapore, in salamoia, saltato in padella e fermentato.

Ci sono così tanti modi per mangiare e cucinare questa verdura, ma sono parziale a fermentarla! Il processo è incredibilmente semplice e i sapori che la fermentazione offre sono come nessun altro. Consiglio di iniziare con crauti o kimchi.

Qualunque sia il tuo metodo di cottura preferito, le teste dovrebbero essere di un buon colore con foglie sode, ben confezionate e croccanti.

Il cavolo si abbina bene con le seguenti combinazioni:

  • Pancetta + Formaggio blu (soprattutto con varietà rosse)
  • Carraway Semi + Aceto
  • Cipolle rosse + Senape di Digione

RICETTE DI CAVOLO A BASSO CONTENUTO DI CARBOIDRATI

Questo rotolo di uova cheto in una ricetta di ciotola ha il sapore di un rotolo di uova senza tutti i carboidrati!

Sono parziale alla fermentazione quando si tratta di cavoli. Ecco un link al mio post di istruzioni per provarlo tu stesso con solo due ingredienti: ricetta di crauti a 2 ingredienti.

Ricetta di cavolo a basso contenuto di carboidrati Roundup

  1. Il cavolo arrosto di Kalyn’s Kitchen con lime e Sriracha sembra incredibile. Sto morendo dalla voglia di provare questo! Qualsiasi cosa con Sriracha è destinata ad essere in fiamme.
  2. Queste bistecche di cavolo arrosto all’aglio sembrano super yum e stupide facili. Chi non lo ama?
  3. Lea’s Cooking presenta una deliziosa torta di cavoli con ingredienti a basso contenuto di carboidrati, ma usa 6 cucchiai di farina. Potresti provare questo con una farina alternativa a basso contenuto di carboidrati.

Tutto quello che potresti mai voler sapere sul cavolo (… e altro ancora!)

Il cavolo è un ortaggio di colore viola, bianco o verde e proviene da un tipo di pianta che cresce nei campi selvatici. La pianta è strettamente correlata ai cavoletti di Bruxelles (in effetti, i germogli sembrano proprio come mini teste di cavolo), cavolfiore e broccoli, che sono tutti colture fredde. Una verdura crocifera, questa pianta è molto comune nei piatti delle culture irlandese, italiana e cinese.

La parola cavolo deriva dal francese caboche che significa testa. Ci sono centinaia di tipi diversi a livello globale. Negli Stati Uniti, le varianti più comuni sono il cavolo savoiardo, rosso e verde. In termini di varianti di cavolo, troverai cavalo nero, letteralmente cavolo nero, o cavolo toscano caratteristica violacea a quasi foglie di colore nero. Di solito, quando vedi la parola choy in riferimento a un cavolo, è una variante cinese della pianta. Il termine choy si traduce nella parola “vegetale”. Gli esempi includono Gai choy, Bok choy e Choy sum, tra gli altri. Nel frattempo, il cavolo Nappa ha un sapore delicato e viene servito in piatti cotti e crudi.

Quando si tratta della comune verdura verde disponibile nei mercati di oggi, le foglie sono da un verde chiaro a verde scuro e le foglie sono abbondanti e spesse. La testa è ben imballata e mentre ti muovi verso l’interno, le colorazioni delle foglie iniziano a sbiadire in bianco

Il cavolo rosso può essere ombreggiato in viola scuro e ha più sostanze nutritive rispetto alla sua controparte verde visto che offre fino al 56% in più di vitamina C per porzione. Infine, le teste con foglie soffici, arruffate, rugose e gialle sono teste di Savoia. Questa lattuga è delicata sia nel suo aspetto che nel sapore, ed è la scelta preferita per piatti come il coleslaw fatto in casa e le insalate fresche.

Durante i mesi autunnali, il verde danese è abbastanza comune, mentre la primavera porta sul mercato le varietà appuntite, l’ultima delle quali ospita foglie lisce e teste appuntite. Il cavolo domestico è comune tutto l’anno, con foglie verdi e ricci leggermente fragili.

Facci sapere come va!

Con così tante varianti del vegetale, non c’è fine a ciò che puoi fare in termini di creazione di eccitanti ricette chetogeniche dietetiche. Vi invitiamo a provare i piatti qui, crearne uno tuo, e condividere con noi le vostre gustose creazioni nella sezione commenti qui sotto!